0

https://open.spotify.com/episode/1ky5NdRNlQDrXLwly5NDhY?si=Do00889MSFqefsn84IFwrw&utm_source=copy-link

Articolo 42 della Costituzione Italiana:

La proprietà privata è un diritto e deve essere tutelata dalla legge

E invece no. Nessuno ne parla, ma il fenomeno dell’abusivisno è in aumento. Se una persona vi occupa la casa, sicuramente Polizia e Carabinieri o chi rappresenta la legge, la manderanno via, giusto? No. Gli abusivi vi occupano la casa mentre andate a fare la spesa al mercato e a loro rimane. A voi non resta che pagare affitto, mutuo, luce, gas e bollette varie, altrimenti finite nei guai.

Silvia e Paolo

Di Silvia e Paolo e della loro surreale situazione se ne è occupato Mario Giordano con la sua trasmissione “Fuori dal coro“, in onda tutti i martedì su Rete 4. La coppia ha acquistato una casa a Brescia, ma un abusivo l’ha occupata. Dopo 2 anni e 12 denunce sono stati convocati in procura. La persona che ha occupato la casa di Silvia e Paolo preso a male parole la giornalista di Rete 4 e la coppia ha subito pesanti minacce, anche di morte, riservate ai familiari dei giovani. Tra le frasi minacciose “Ti disintegro tuo padre” e tra quelle di estorsione “Se mi dai 30mila euro domani ti do le chiavi“. Prima di occupare la loro casa, il soggetto aveva già occupato un appartamento vicino alla stazione e successivamente un locale interrato. Insomma, un vero recidivo. Dopo la convocazione e l’ennesima ripetizione del racconto dei fatti, la procura ha risposto che raccoglierà i documenti. L’uomo ha dichiarato che lascerà la casa nei prossimi giorni, ma questa è una promessa che non è stata mai mantenuta. Sarà la volta buona?

Il caso di Roberta

Eugenio è il nome dell’abusivo che ha occupato la casa a Legnano della signora Roberta, disoccupata e madre di un bambino. Ad occuparsi del caso è ancora una volta la trasmissione di Rete 4. La signora ha comprato la casa dopo tanti sacrifici e, per pagare i debiti accumulati e le spese condominiali dell’appartamento occupato dall’abusivo, è stata costretta a vendere i suoi pochi beni rimasti. L’individuo, interpellato dalla giornalista ha detto “Per me può morire la signora” e poi ha aggiunto che lui potrebbe andarsene anche domani perché tanto ha 5 case.

La situazione di Mauro

Condizioni igienico-sanitarie degradanti“. È questo che riporta un documento dei vigili del fuoco di Massa di un mese fa. Ancora Giordano si occupa di un altro delirante caso di abusivismo. Da maggio del 2020 gli irregolari hanno occupato la casa del signor Mauro. Entrato in casa con la troupe, il proprietario ha trovato persone che bivaccavano, sporcizia e muffa su muri e soffitti. Il sindaco ha affermato che “Non ci sono quelle condizioni tali perché possa essere emesso questo tipo di provvedimento“. Dopo un anno, la procura ha convocato Mauro e dopo avergli fatto raccontare la situazione, ha dichiarato che partiranno le indagini. Anche in questo caso, il capo degli abusivi, in senegalese, ha minacciato la giornalista.

Abusivi: oltre alle case dei privati occupano anche gli edifici pubblici

Il problema degli abusivi non è recente. Solitamente, le persone che più facilmente occupano le case altrui, sono rom o immigrati, a causa delle difficoltà sociali e di sostentamento. Il problema è che ad essere occupati non sono solo gli appartamenti dei privati, ma anche edifici pubblici. Il fatto che un edificio sia pubblico, ovvero “di tutti”, non autorizza qualcuno ad impossessarsene. Spesso, quindi, palazzi dismessi che ai contribuenti sono costati fior di quattrini, vengono occupati (contro la legge) e molto spesso danneggiati o depredati. Queste persone pensano che avere un tetto sulla testa sia un diritto imprescindibile e arriva a compiere gravi illeciti al grido di “libertà e diritti”.

Un problema sottovalutato

Il problema dell’abusivo non è nuovo, ma poco se ne parla. La proprietà privata è, o meglio, dovrebbe essere, tutelata dalle legge, ma così non è. Se viene rubata un’auto, una proprietà privata dunque, il ladro viene fermato, arrestato e l’auto riconsegnata al legittimo proprietario. Perché per una casa dovrebbe essere diverso? La legge, qui, ha davvero delle enormi falle e ormai si è finiti in un circolo vizioso, ma la soluzione ci sarebbe…e anche la legge. Quindi? Applichiamo le regole.

Uno striscione appeso al balcone di una casa occupata da abusivi
Uno striscione appeso al balcone di una casa occupata da abusivi
Monica Giulia Cantù
Classe 1997. Laureanda in lettere moderne e contemporanee all'Università di Torino. Articolista. Appassionata di musica, scrittura, cinema, pittura, letteratura e scienza. "Tutte le cose sono belle in sé, e più belle ancora diventano quando l'uomo le apprende. La conoscenza é vita con le ali" (Khalil Gibran).

Sfide social fuori controllo che portano al suicidio

Previous article

I salumi italiani “danneggiano la salute”: l’ennesimo affronto dell’UE

Next article

Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

More in Economia