0

Microsoft Cloud PC è una nuova proposta strutturata sulla base di Windows Virtual per Desktop as a Service. Cloud PC fornisce agli utilizzatori Windows sul cloud.

Un vero e proprio PC virtuale, questo è Microsoft Cloud PC.

È un servizio su cui Microsoft è al lavoro da parecchio tempo e finalmente dovrebbe vedere la luce all’incirca la primavera del 2021.

Inizialmente dovrebbe far parte del pacchetto Microsoft 365 rivolto agli user professionali e accessibile con un abbonamento mensile con un prezzo per ogni account senza limitazioni di utilizzo.

Il tutto sarà gestito dalla struttura cloud di Azure.

Alcuni rumors parlano del lancio di Microsoft Cloud PC in concomitanza con quello della versione 10X del sistema operativo.

Infatti tutto il pacchetto sarà destinato proprio ai computer low cost dove sarà possibile eseguire gli applicativi su server in remoto. Ovviamente questa soluzione non richiede particolari risorse hardware in locale.

Insomma il futuro dei PC è quello di essere un involucro che può connettersi al servizio in cloud ed eseguire tutto da remoto. Un vero e proprio PC in streaming.

Bye Bye PC, arriva Microsoft Cloud PC

Microsoft Cloud PC non sostituirà Windows, ne tanto meno Office. Ovviamente le versioni installate localmente resisteranno ancora per qualche anno.

Sarà un’opzione per i clienti che desiderano utilizzare i propri PC Windows realizzati da Microsoft e / o altri produttori di PC, con Windows, Office e potenzialmente altri software forniti sempre da Microsoft.
Fondamentalmente Cloud PC offrirà ai clienti aziendali una versione di Windows basata su cloud e consentirà alle aziende di rimanere aggiornati in modo più semplice e scalabile.

Microsoft Cloud PC 2
Ecco come apparirà Microsoft Cloud PC, esattamente come ora

Le aziende ringraziano

Visto che i primi a beneficiare di questo servizio saranno le aziende , Microsoft ha pensato bene di puntare tutto sul prezzo.

Microsoft sta pianificando di rendere Cloud PC un’esperienza basata su Microsoft-365 gestita e venduta a un prezzo forfettario per utente. Questo prezzo è la chiave. 

I prezzi di Windows Virtual Desktop ruotano attorno al consumo dati di Azure. Ma Cloud PC sembra che sarà disponibile a un costo di abbonamento fisso senza limiti di utilizzo dati.

In pratica ogni utente pagherà una cifra mensile e potrà utilizzare il proprio PC virtuale quanto vuole e su qualunque device che abbia un collegamento a internet.

Questo servirà ad abbattere notevolmente i costi per le aziende in quanto non dovranno più investire grossi capitali in hardware. Avranno il medesimo servizio per i propri dipendenti ma ad un prezzo più basso.

Basta aggiornamento di RAM, hard disk e schede video, tutto sarà in cloud senza limiti di risorse.

Secondo me i produttori di hardware non saranno felici di questa rivoluzione.

Microsoft Cloud PC 1
Le aziende avranno tutti gli applicativi senza dover investire nell’hardware

Era il 2014…

Alcuni di voi ricorderanno che già dal 2014 cominciarono a diffondersi delle voci sul fatto che Microsoft avrebbe lanciato un servizio di abbonamento “Windows 365” . A quel tempo però i funzionari Microsoft hanno insistito sul fatto che non avevano in programma di introdurre un servizio del genere. 

Però un po’ alla chetichella da allora Microsoft ha reso disponibili alcune versioni di Windows come parte di vari piani di abbonamento.

Nel 2017 però i dirigenti Microsoft hanno usato cominciato a parlare di  “dispositivi basati su Microsoft 365” per fare riferimento a PC Windows. Ma successivamente hanno gradualmente fatto un passo indietro.
Come se non volessero sbilanciarsi troppo.

Microsoft Cloud PC 3
La stessa funzione in cloud è già disponibile su Xbox

C’è il trucco e c’è l’inganno

Diciamo che però gli allarmi ci sono stati tutti in questi anni, specialmente in ambito aziendale.

Microsoft infatti attualmente offre un servizio chiamato Microsoft Managed Desktop (MMD), che è un’offerta in abbonamento in base alla quale Microsoft imposta, aggiorna e gestisce i PC Windows 10 degli utenti aziendali a pagamento. 

MMD include Microsoft 365 (in particolare con Windows 10 Enterprise E3 e Office 365 ProPlus) e seleziona l’hardware di Windows 10. 

Microsoft esegue la configurazione del dispositivo, il monitoraggio e la correzione della sicurezza, la distribuzione di app, la gestione degli aggiornamenti, l’analisi del desktop e il supporto per l’utente finale 24 su 7. 

Questo servizio però è attualmente utilizzato solo da alcuni grandi clienti aziendali. 

Hanno fatto le prove tecniche in pratica.

Cosa ne penso

Mi spiace molto che questo servizio non sia stato lanciato prima. Mi spiace che inizialmente sarà principalmente per le aziende e noi poveri comuni mortali dobbiamo aspettare. Trovo che questo nuovo modo di concepire i PC risolva moltissimi problemi di prestazioni ed economici.

Tutti potremmo avere maggiore compatibilità tra dispositivi e maggiore flessibilità di utilizzo.

Mi spiace per tutti quelli che adorano la scrivania, ma il mondo sarà sempre più in remoto.

Angelo Tropeano
Sono bravo con le parole ma spesso non ne trovo. Cinico e sarcastico ma non per colpa mia.

La burocrazia frena l’economia digitale

Previous article

Odd Radio Circles: strani oggetti nella Galassia

Next article

Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

More in Tech